c’è tempo

Perfer et obdura! Dolor hic tibi proderit olim.            Ovidio

Dicono che l’ambizione sia ciò che ci fa sopravvivere ma se fosse così, sarei già morta da un pezzo. Scommetto che continuano a ripeterti di iniziare a pensare al tuo futuro, di impegnarti, di avere degli obbiettivi perché solo così riesci ad andare avanti, ma come fai a capire su cosa concentrarti se nemmeno tu sai cosa vuoi?. Questo loro non lo comprendono, non si sono mai preoccupati di chiederti cosa conta davvero per te, semplicemente smaniavano all’idea di giudicarti e sappiamo che in questo le persone non conoscono mezzi termini: se non dai abbastanza peso alle cose allora sei menefreghista, se affronti le situazioni con leggerezza allora sei superficiale, se non hai aspirazioni allora sei apatica.

E proprio mentre cerchi di rallentare e trovare stabilità ecco che parte la corsa contro il tempo, questa volta non puoi tirarti indietro. Tutti attorno a te vanno più veloci che mai e ti costringono a stare al loro passo. Alcuni ti superano con scatti fulminei, altri addirittura ti calpestano in modo spietato. Tu però rialzati, sii paziente e continua a non avere fretta. Concediti il tempo per osservare ciò che ti sta intorno ma soprattutto per scoprire te stesso. Infondo come puoi continuare la sfida se prima non conosci le tue potenzialità e le tue debolezze?. Concediti tempo per raccogliere tutto quello che questa gara ti offre. Infondo come puoi sapere cosa ti sarà utile  lungo il percorso?. Gli altri si sono preoccupati solamente di sfidare il tempo, di andare più veloci di lui, arrivando così al capolinea sfiniti. Tu invece hai capito che questa non era altro che una corsa con il tempo. Tu e lui non siete mai andati d’accordo, ma questa volta sembrate correre finalmente in sintonia.

“penso troppo al mio futuro” ripeteva delirando
“penso troppo al mio futuro, penso troppo e vivo male
penso che fra più di un anno cambieranno i miei progetti
penso che fra più di un anno avrò nuove verità
ma tu non farmi questo errore vivi sempre nel momento
cogli il giorno e tanto amore cogli i fiori di lillà”

la sedia di lillà – Alberto Fortis

Autore: sohoko

poesie e pensieri che mi passano per la testa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: