smarginatura

Corpi caotici,

voci sconnesse,

sguardi inebriati.

Quando tutti si concedono alla fugace felicitá,

piú vicina di qualunque cosa è la mia voglia di fuggire.

Fuggire da quell’istante a cui non si riesce a dare un ordine,

fuggire da quei volti che si celano dietro maschere di mostri.

Vedo crescere dentro di loro un’assennato bisogno di compiacere i desideri piú superficiali, il folle tentativo di prolungare quel piacere illusorio.

A me tutto questo alla lunga annoia: la ripetitività e l’ipocrisia dei gesti, delle situazioni, dei discorsi arriva a rattristarmi.

Alle volte allora preferisco ghettizzarmi dal resto.

Infondo mi piace stare con la mia malinconia

Autore: sohoko

poesie e pensieri che mi passano per la testa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: